Castello di Acquafredda - Siliqua - Leggende e tradizioni di Sardegna Press "Enter" to skip to content

Castello di Acquafredda – Siliqua

Il Castello di Acquafredda venne costruito in cima ad una collina a circa 5 Km. dal paese, a difesa della zona mineraria nel XII secolo dalla famiglia pisana dei Donoratico della Gherardesca, più precisamente dal Conte Ugolino, tanto tristemente noto da essere citato da Dante Alighieri in uno dei gironi dell’Inferno nella Divina Commedia.

Il Conte, caduto in disgrazia nei confronti di Pisa, venne imprigionato nella ” Torre della Fame” nel 1289.
Caduta la Repubblica Pisana, il castello, dal 1326 al 1410, fu proprietà degli Aragonesi.
In seguito passò nelle mani di diverse famiglie feudatarie ma non venne più abitato.
La costruzione principale aveva la pianta a forma di “U”, di questa restano alcuni muri, con merlature e feritoie,
sui quali si possono vedere alcuni stemmi scolpiti, tra cui l’aquila della famiglia della Gherardesca.

Tutto intorno sulle pendici della collina si trovano i ruderi di un villaggio fortificato. L’ascesa al castello è abbastanza agevole, anche se è praticabile solo a piedi.

Foto Andrea Gambula