Supramontes

Tempo di lettura: 2 minuti

supramontes

All’interno della Sardegna i Supramontes sono sicuramente le zone più selvagge e splendide dal punto di vista paesaggistico, meta incontrastata per gli amanti delle attività all’aperto: trekking, torrentismo, mountain bike, speleologia.

Il Supramonte è un vasto complesso carbonatico che si sviluppa su una superficie di circa 350 kmq, nei territori dei comuni di Oliena, Dorgali, Baunei Urzulei e Orgosolo.

L’azione dell’acqua sulle rocce calcaree, nel corso delle ere geologiche, ha creato un paesaggio di selvaggia bellezza, caratterizzato da profonde gole, come la famosa Gola di Gorroppu, valli frastagliate dette Codule che arrivano sino al mare, ad interrompere falesie altissime. Importanti fenomeni di carsismo sotterraneo hanno portato alla formazione di grotte di notevole dimensione, come il complesso carsico di Su Palu – Su Spiria che supera abbondantemente  i 40 km di sviluppo.

La cima più alta del Supramonte si trova in territorio di Oliena ed è il Monte Corrasi (1.463 m). Seguono Punta sa Pruna (1.391 m), il Monte Fumai (1.316 m), il Monte Ortu Caminu (1.340 m), il Monte Novo San Giovanni (1.316 m), Campu Gutturgios, Punta su Nercone (1.263 m), Monte Oddeu (1.063 m), Punta Turusele (1.024 m).

L’intero territorio è scarsamente antropizzato. Le vie di comunicazione sono poco numerose e percorribili con difficoltà. Il tutto è testimoniato dal fatto che gli unici edifici preservati nel territorio siano le antiche capanne dei pastori sardi, chiamate cuiles, edifici isolati fatti di pietra e legno che per secoli sono stati i rifugi dei pastori, dove venivano allevati capre, pecore e maiali.

La flora è particolarmente ricca e varia. Le specie arboree più comuni sono il leccio, il tasso, il ginepro e la fillirea. La fauna è costituita prevalentemente da mufloni, cinghiali, volpi, aquile, poiane e varie altre specie di uccelli e mammiferi comuni nelle zone montane. Da ricordare la presenza del raro euprotto e del geotritone del Supramonte.

All’interno della Sardegna i Supramontes sono sicuramente le zone più selvagge e splendide dal punto di vista paesaggistico, meta incontrastata per gli amanti delle attività all’aperto: trekking, torrentismo, mountain bike, speleologia.