San Sperate – All’origine dei Murales

Tempo di lettura: 1

Abbiamo il piacere di presentarvi il libro “San Sperate, all’origine dei Murales“.
Grazie alle testimonianze raccolte dal giornalista-scrittore Ottavio Olita e le immagini del fotografo Nanni Pes, rivivono, tramite i racconti dei protagonisti, quarant’anni di storia del Paese Museo del Campidano.

ImageNegli anni sessanta del novecento, Pinuccio Sciola, giovanissimo e senza un soldo in tasca, parte da San Sperate, piccolo paese agricolo della pianura del Campidano in Sardegna, e comincia a viaggiare per studiare e imparare: Cagliari, Salisburgo, Madrid, Barcellona, Città del Messco.
Torna ogni volta nella sua comunità portando esperienze culturali, nuovi amici e maestri italiani e stranieri che lasceranno a San Sperate un segno indelebile della loro arte.

1968: a San Sperate, sui muri imbiancati di calce, nascono i primi murales frutto del clima febbrile che unisce abitanti ed artisti.
E’ l’inizio della rivoluzione artistica che farà conoscere in tutto il mondo il Paese Museo.

Il libro racconta quei giorni attraverso le testimonianze dei protagonisti, raccolte dal giornalista-scrittore Ottavio Olita, con le immagini dell’artista-fotografo Nanni Pes.

Opera pubblicata con il Patrocinio di:

Comune di San Sperate 
Assessorato alla Pubblica Istruzione,
Beni Culturali, Informazione,
Spettacolo e Sport della
Regione Autonoma della Sardegna

Edizioni AM&D
edizioni.amed@tuttopmi.it