Contus Antigus - Leggende e Tradizioni di Sardegna Blog

Nuraghe Trontile, paulilatino

Nuraghe Crabia, Bauladu

Nuraghe Trontile, paulilatinoNon di rado ci capita di organizzarci per quello che amiamo definire il “tour dei Nuraghe”, fatte cioè armi e bagagli, ci si muove alla volta della meta, o delle mete Nuragiche, individuate per l’occasione. Gli obiettivi prefissati per l’escursione dello scorso Sabato 28 Novembre erano nell’ordine il Nuraghe Lugherras, la tomba dei Giganti di Mura Cuada e il Nuraghe Crabia, in zona Pauliliatino e Bauladu.

Inaugurazione stazione di decimomannu

Ville scomparse della curatoria di Decimomannu

Ville scomparseUn fenomeno che scandisce tutta la storia medioevale sarda è la creazione e la sparizione dei centri abitati. Questo riflette in modo evidente cambiamenti di ordine demografico ed economico. Molti storici si sono cimentati nell’elenco e storia delle Ville scomparse, il difficile è individuare l’ubicazione dei centri non più esistenti, poiché la documentazione storica dà notizie dal punto di vista economico e sociale, ma non su quello geografico.

museo di bidonì

I morti che ritornano

Una volta, a notte inoltrata, due pastori passarono presso la chiesa di Santa Maria de su Regnu di Ardara, e video che il portone della chiesa era semiaperto e che dentro si ballava.
Presi dalla curiosità, si fecero avanti per entrare e, infatti, furono invitati con molta cortesia a prendere parte alle danze.

Acquedotto romano di cagliari

Aquidotto Calaritanum – II sec. d.C

Acquedotto romanoNon era facile trovare in città dell’acqua di buona qualità, i pozzi erano salmastri e con portate variabili secondo la stagione.
Solino, geografo latino del III secolo d.C., fa notare che i pozzi erano il principale approvvigionamento idrico potabile dei cagliaritani: ”Hibernae pluviae in aestivam penuriam reservantur, nam homo Sardus opem plurimam de imbrido caelo habet”.