Nobile Vaquer Don Rocco

Tempo di lettura: 1

Quanti di noi, transitando nei pressi della caserma di Villasor hanno fatto caso alla lapide affissa sulla parete recante la scritta a lui dedicata?
Quanti ancora, non l’ hanno mai notata o non ci hanno fatto caso piu’ di tanto?

Sulla lapide vi è scritto che venne assassinato, ma nient’altro si sa!
Chi è anzitutto quali furono le sue origini?

Ecco alcuni cenni storici:
Figlio di Antioco e di Irene ligas, naque nel 1844.
Venne allevato dallo zio Michele.

 

Foto di Don Michele Vaquer Paderi

Foto di Don Michele Vaquer Paderi

Dotato di una discreta istruzione, Don Rocco ricoprì degnamente la carica di Sindaco di Villasor dal 1886 al 1892 anno in cui venne assassinato durante una rapina, nella notte del 2 Novembre a Villasor, nell’ abitazione di Antonio Montis del quale era corso in aiuto.
Per tale  fatto il Re gli conferì la medaglia d’ argento al valor civile, in ricompensa “dell’ atto coraggioso e filantropico e per l ‘abnegazione di cui fu vittima”.
Quasi presagio  della prossima morte nel testamento del marzo 1887 il nobile Rocco Vaquer istituiva erede universale di tutti i suoi beni immobili il comune di Villasor con l’ obbligo tassativo di venderli e di investirne il ricavo in vendita pubblica dedotte le passività gravanti in capo al testatore. Il Consiglio Comunale del 29 marzo 1900 aveva stabilito di procedere alla vendita di tutta la sostanza immobiliare costituente l’asse del Vaquer e divisa in 14 lotti. In seguito al decesso della Signora Paola Pistis, usufruttaria della casa di Don Rocco Vaquer, il comune dovrà come erede universale entrare nel possesso dello stabile e provvedere perché sia adibito ad uno dei tre scopi voluti tassativamente dal testatore:
caserma
scuola
pretura.

Altro particolare è che, Don Rocco Vaquer apparteneva a nobile Famiglia. Nella foto che segue è infatti rappresentato lo stemma della famiglia Vaquer

 

Don Rocco

4 cose da fare prima di salutarci:
Aspetta! Prima di andare:
1. Ricevi subito l’Ebook GRATUITO Malocchio, prevenzione, cura e formule” iscrivendoti alla newsletter cliccando qui; in un minuto farai compagnia agli altri iscritti su contusu.it;
2. Se l’articolo ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo sui tuoi social preferiti! Puoi farlo utilizzando i link social qui sopra;
3. Seguici sul gruppo Facebook
4. Hai domande, esperienze da portare, altro ? Scrivi un commento qui in basso.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE