La banda

Tempo di lettura: 1

Mio nonno credeva nel paranormale, per via di certe esperienze avute, ma aveva paura di ammetterlo per cui ogni volta negava, dicendo che erano tutte fesserie.

Ad Agosto nel mio paese fanno la festa del santo patrono.
Capitò che un anno mio nonno e mia nonna andarono in piazza a vedere la sfilata e il passaggio del santo. Come al solito presi a braccetto camminarono in mezzo alla gente quando una signora si avvicinò a mia nonna e quest’ultima conoscendola, le chiese come stava, salutandola. La signora rispose e iniziarono a parlare della festa.

Mio nonno si irrigidì e strinse il braccio di mia nonna, mentre la signora diceva che era “scesa” per ascoltare la banda, visto che le piaceva tanto. Dopo i saluti di rito la signora passò oltre.

Mia nonna al questo punto si girò da mio nonno chiedendogli di smetterla di stringerle il braccio e gli chiese come mai non aveva salutato la signora appena andata via. Mio nonno era bianco in volto e le rispose che la signora in questione (le fece nome e cognome) era morta tre mesi prima e che lui stesso, essendo marmista, le aveva fatto la lapide.